l-ora-inchiostro-contro-piombo/stagione-1

NOTE DI SCRITTURA



Questa serie racconta gli anni ruggenti de L'Ora e la squadra di cronisti che ne facevano parte. Furono i pionieri di un giornalismo militante, schierato sempre dalla parte della verità in una narrazione senza reticenze della mafia: i nomi, i fatti, i crimini. A costo di pagare prezzi alti, altissimi.

Per noi autori, l'avventura de L'ora è iniziata incontrando i pochi sopravvissuti di quella stagione e molti loro racconti, soprattutto gli aneddoti su quel giornalismo di frontiera, sono finiti nella nostra storia. Per fortuna i materiali originali a disposizione sono tanti: libri, interviste, in alcuni casi perfino filmati originali... Del resto, capita di lasciar tracce importanti a chi ha scritto un pezzo fondamentale di storia del nostro Paese.

Come in un family drama, abbiamo raccontato la redazione de L'ora come una famiglia allargata e confusa. Il nostro è infatti un doppio racconto di formazione: da una parte il coming of age di una redazione giovane e ancora inconsapevole nella Palermo del dopoguerra e, dall'altra, il coming of age esistenziale di questi giornalisti al primo vero scontro con la vita e con la città.

Abbiamo seguito la realtà, cioè i fatti. All'interno di quei fatti, abbiamo dato corpo e voce ai pensieri e ai gesti dei personaggi, quei dettagli di vita che i documenti non ti restituiscono mai.

Fondamentale per noi è stato restituire l'autenticità di quegli anni e di quei giornalisti, sempre guardando alle esigenze di intrattenimento che uno show come questo deve avere.