sbirri/stagione-1

Sbirri 

Matteo Gatti (Raoul Bova), è un giornalista televisivo impegnato nel sociale che perde il figlio per l'assunzione di una pastiglia di ecstasi, non si rassegna e vuole svolgere un'inchiesta per saperne di più. Cosìviene accolto nella Squadra Speciale della Polizia che combatte lo spaccio di droga a Milano.

Matteo indagherà sul mondo della droga alla disperata ricerca dei motivi della morte di suo figlio, del colpevole, ma si interrogherà anche circa il suo essere un genitore inadeguato. Conoscerà con disagio i tanti aspetti del fenomeno droga e la sua drammatica espansione, che travolge tutte le classi sociali e ragazzi sempre più giovani. Scoprirà, con crescente ammirazione, la vita dei poliziotti, eroi normali che quotidianamente mettono a repentaglio la loro vita per combattere il crimine e salvare tanti giovani.

Tutte le operazioni della squadra inserite nel film sono vere e le riprese sono state fatte sotto copertura. Raoul Bova, per potervi partecipare, si è infatti camuffato e ha vissuto per un intero mese con il nucleo speciale di polizia partecipando alle azioni dell'antidroga, agli arresti, agli interrogatori che, dunque, sono autentici e vissuti in presa diretta.

La forza di SBIRRI è nel suo linguaggio innovativo che inserisce nella realtà documentata l'improvvisazione degli interpreti che, senza copione, raccontano i loro sentimenti. Il pubblico così può partecipare ad un viaggio informativo, educativo, emozionante.


Regia: Roberto Burchielli

Prima Tv: Prime Time Canale 5, martedì 31 agosto 2010

Numero puntate: 1

 

Fotogallery - Foto di Marina Alessi

Riassunto

Sbirri  la storia di Matteo Gatti (Raoul Bova), un impegnato giornalista televisivo che, dopo aver perso il figlio per l'improvvida assunzione di una pastiglia di ecstasi, vuole svolgere un'inchiesta e viene accolto nella Squadra Speciale della Polizia che combatte lo spaccio di droga a Milano. Matteo, quindi, compie un viaggio reale (qui docu-fiction) e disperato nel mondo in espansione della droga, alla ricerca del colpevole e dei motivi della morte di suo figlio.

Pubblicità