le-tre-rose-di-eva/stagione-3

Dove eravamo rimasti ...

Nella Seconda Stagione di “Tre Rose di Eva”, Aurora (Anna Safroncick) e Alessandro (Roberto Farnesi) si sono allontanati a causa di una serie di incomprensioni generate dall’ingresso nella loro vita di una dark lady, Veronica Torre (Euridice Axen) che è riuscita ad insinuarsi nelle grazie di Alessandro facendo leva sulle sue ambizioni professionali.

Le trame malefiche di Veronica e, soprattutto, della madre di lei, Elisabetta (Antonella Fattori) hanno condotto alla morte Amedeo Torre (Mario Cordova), l’anziano marito di Veronica che sembrava essere, agli occhi di Aurora, il padre che aveva sempre cercato.

Dopo quella morte Aurora, indagando sull’omicidio, arriva ad una scoperta sconvolgente: lei è la figlia naturale di Ruggero Camerana (Luca Ward), il grande nemico di sempre.

Ruggero, a capo della “Setta delle Tre Rose”, diciotto anni prima aveva compiuto una strage per eliminare la Congregazione degli Incappucciati che a loro volta, per denaro, avevano fatto uccidere Rosa Gori, la ragazza che Camerana amava disperatamente.  

E Rosa Gori era la madre di Aurora.

Questa scoperta fa sì che Aurora Taviani diventi l’erede dei Gori ma, soprattutto, che sia la figlia di Rosa Gori e di Ruggero Camerana e quindi non più  sorella di Tessa (Giorgia Wurth) e Marzia (Karin Proia).

Inoltre viene alla luce che è stata proprio Livia Monforte (Fiorenza Marcheggiani), la madre di Alessandro, ad ispirare la strage per poi uccidere, investendola con l’auto, Ottavia (Paola Pitagora) la nonna di Aurora, al fine di eliminare un testimone. 

Colpito da un grande senso di colpa per quello che la sua famiglia ha fatto ad Aurora per portarle via l’eredità, Alessandro se ne va da Villalba per cercare di ricostruire una nuova  identità e riscattarsi agli occhi di lei.

Questa decisione provoca un’enorme ferita nel cuore di Aurora, disposta a passare sopra a tutto quello che è successo nel passato. 

Riusciranno mai Aurora ed Alessandro a superare gli ostacoli che li separano?

 

Pubblicità