le-ali-della-vita/stagione-1

Note di Regia (di Stefano Reali)

"Era parecchio tempo che, dopo aver fatto due film sullo sport (Una Storia Italiana e Cuori in Campo), un thriller sulla mafia (Il Prezzo Della Vita) un film sui Re Magi (Il Quarto Re), uno su una squadra speciale di carabinieri (Ultimo), mi sentivo rivolgere la stessa domanda: perché fai solo e sempre film tutti al maschile? Ho pensato quindi che fosse arrivato il momento di rimettermi in pari, tutto in una volta, facendo un film tutto al femminile. [...]

Ma a parte le boutades, "Le Ali della Vita" nasce soprattutto da un'altra piccola sfida: sperimentare un nuovo prototipo nel panorama della fiction televisiva, rifacendosi però ad un genere narrativo che ha regalato al cinema italiano degli anni '50, e anche alla televisione degli esordi, alcuni dei suoi capolavori: il grande romanzo popolare. [...]

"Le Ali della Vita" è un tentativo di realizzare un romanzo di formazione collettivo, in cui una donna come Sabrina Ferilli insegna ad un gruppo di ragazze il valore della libertà di pensiero, della fiducia in sè stesse, del diritto di fare delle scelte personali autonome, anche quando vanno contro la morale corrente, nell'Italia del 1958".

 


Stefano Reali

Pubblicità