l-amore-e-la-guerra/stagione-1

Note di regia


Considerazioni del regista

"Ho iniziato a leggere un po' diffidente la sceneggiatura de L'Amore e la Guerra, pensavo: 'dopo la splendida esperienza di Zivago, un'altro film d'amore e guerra forse non è per me'. Ma... La storia era incredibilmente simile alla vera storia dei miei nonni materni.

Mia nonna, figlia di un generale degli Alpini, durante la Prima Guerra era una giovane infermiera volontaria. Al fronte aveva conosciuto un soldatino, l'attendente di suo padre. Perdutamente innamorati l'uno dell'altra, hanno difeso il loro amore ostacolato dalla volontà classista della famiglia e dalle convenzioni sociali.

Quando poi ho letto in sceneggiatura che il paese del loro primo incontro è Cormos, il vero luogo dove i miei nonni si sono incontrati, non ho più avuto dubbi: questo film lo dovevo fare io! Così, come al solito, mi sono buttato a capofitto nella preparazione e poi nelle riprese (...). "

Giacomo Campiotti.
 

Pubblicità